Dal 9 al 23 marzo la città di Pordenone per due settimane sarà lo scenario della 19ª edizione di Dedica Festival, la rassegna letteraria che celebra ogni anno uno scrittore con l’intenzione di approfondirne la personalità, umana e creativa.

Quest’anno gli obiettivi saranno puntati su Javier Cercas, scrittore e saggista spagnolo, la cui prosa asciutta e rigorosa, ma densa di un pathos potente, a tratti deflagrante, affronta temi di forti implicazioni sociali e politiche, in particolare riferite alle vicende del suo Paese, come nel caso de I Soldati di Salamina (Guanda 2002, Premio Grinzane Cavour, 15 edizioni nel mondo), il romanzo che lo ha imposto all’attenzione del mondo, in cui “un ideologo della Falange viene risparmiato da un nemico repubblicano; episodio che innesca una riflessione sulla Storia tramite la quale l’autore richiama alla responsabilità di fare i conti con il passato”.

Conversazioni con l’autore, letture teatrali, incontri con intellettuali, cercheranno di mettere a fuoco la poetica di Cercas, che non mancherà, secondo il suo stile, di rilanciare con imprevisti stimoli e proposte. Una rassegna di pellicole cinematografiche ispirate ai suoi scritti, fra cui, appunto, I Soldati di Salamina, chiuderanno i battenti di uno fra gli eventi culturali più vivaci di questi ultimi anni.

Per info:

dedicafestival.it

Guarda qui un estratto della versione teatrale de I Soldati di Salamina.

Lascia un commento

Visualizza anche