Il 14 ottobre il golfo di Trieste si riempie di vele.
La Barcolana 2012, grande evento annuale di richiamo internazionale ha inizio: sono attesi oltre 25 mila velisti per un totale di 250 mila persone. E poi c’è il pubblico: curiosi, appassionati, tecnici, sportivi e anche esteti perché la bellezza della Coppa d’Autunno (nome originario della gara velica) sta anche solo nella pura visione di una composta folla di alberi piegati al traverso, o di bolina, racchiusi in un quadrilatero di sedici miglia, da godere dall’Altipiano carsico di Trieste oppure da piazza dell’Unità, unica per il suo spettacolare affaccio sul golfo, che è il punto più a nord del Mar Adriatico.

 

La gara mette a confronto barche a vela di ogni forma e dimensione, con uno scafo di almeno sei metri di lunghezza, mescolando velisti per caso a quelli professionisti e di fama mondiale: il fascino della regata, per gli appassionati, consiste proprio in questa possibilità di trovarsi nello stesso contesto sportivo con i professionisti e i loro giganti del mare, spesso scafi di 30 metri progettati da ingeneri e designer internazionali, costruiti con gli ultimi ritrovati della tecnologia navale.

Chi non ha mai partecipato, neppure come pubblico, trovi l’occasione di farlo perché è un’esperienza unica, anche vista dalla terra ferma. Chi, più audace, vuole godersi la regata a bordo di una delle vele in “pista”, può chiedere un passaggio: sul sito dell’evento si trovano le informazioni relative ai numerosi charter organizzati lungo la costa italiana, slovena e croata. Sono pacchetti tutto compreso per noleggio di imbarcazioni con o senza skipper. Contattando le principali scuole vela italiane e del Friuli Venezia Giulia, si possono trovare anche posti singoli su imbarcazioni.

Che aspettate?

 

Per info:
barcolana.it

Lascia un commento

Visualizza anche