Giambattista Tiepolo con i suoi scenografici effetti luministici, la sua teatrale immaginazione, il suo segno inciso, sottile, sveltissimo ritorna a Udine. Per tutto il mese di febbraio e quello di marzo due mostre rinsalderanno il rapporto che ebbe con questa città.

Il più grande maestro del Settecento europeo, trascorse qui un periodo lungo e fruttuoso della propria attività. All’interno del Duomo si possono ammirare alcune delle sue tele fondamentali, dalla pala raffigurante la Trinità al monocromo Sacrificio di Isacco. Passando per il centro storico della città è opportuno visitare il Palazzo Patriarcale, stupendamente affrescato dal pittore con scene della Genesi e dell’Antico Testamento.

 

Nelle sale della Galleria d’Arte Antica, ovvero il castello di Udine sono conservate altre opere di rilievo. Attualmente il complesso ospita I colori della seduzione. Giambattista Tiepolo & Paolo Veronese. Mostra che intende rintracciare in Veronese e di seguito in Sebastiano Ricci quella propensione a una pittura di esuberante, ariosa, di grande respiro scenico. Fino al 1 aprile, sarà quindi possibile mettere a confronto Tiepolo e Veronese, in particolare nelle due tele omonime raffiguranti Mosè salvato dalle acque. Quella del Tiepolo è composta da due parti esposte insieme in questa sede e che nella quotidianità fanno parte di due raccolte distinte. Nell’interessante confronto con il dipinto di Veronese realizzato duecento anni prima si colgono le influenze coloristiche che Tiepolo deduce dall’opera del Veronese e che lo inducono a mutare i colori della sua tavolozza dallo scuro alla brillantezza.

 

La seconda mostra che si svolge appena fuori città svela tutti i segreti del Tiepolo e si svolge a Villa Manin a Passariano di Codroipo (Udine). La monografica, Giambattista Tiepolo, presenta l’intero percorso dell’artista dalle opere giovanili a quelle della maturità, tutte provenienti dai musei più importanti del mondo. Il percorso è reso ancor più curioso dall’indicazione del committente accanto al titolo dell’opera. Aperta fino al 7 aprile.

 

A Trieste fino al 7 aprile si svolge Tiepolo a Trieste. I disegni del Museo Sartorio, esposizione adatta a chi vuole approfondire il tema degli studi preparatori del maestro veneziano andando così all’origine delle sue opere. Una mostra di 140 disegni interamente appartenenti al Museo Sartorio posto sulle Rive della città. L’appuntamento è un’importante opportunità per godere, in un unico percorso espositivo, di opere che di solito non sono visibili per motivi conservativi.

 

Per info:

Mostra a Villa Manin a Passariano di Codroipo (Ud): villamanin-eventi.it

Mostra al Castello di Udine: udinecultura.it

Mostra al Museo Sartorio di Trieste: museosartoriotrieste.it

 

*Per saperne di più sul prosciutto di Sauris, la bontà di Udine
*Dove degustare una fetta del prosciutto di Sauris
*Per una visita a Trieste

Lascia un commento

Visualizza anche